End Climate Change, Start Climate of Change: A Pan-European campaign to build a better future for climate-induced migrants, the human face of climate change (#ClimateOfChange)

Commissione Europea - DEAR (Development Education and Awareness Raising) Programme

Responsabile scientifico per il Dipartimento: Marco Borraccetti

Altri componenti del Dipartimento: Susanna Villani

Altri partecipanti al Progetto:
WeWorld Onlus; Action Aid Hellas – Greece; ALDA – European Association for Local Democracy – France/Belgium; Alianza por la Solidariedad – Spain; Bulgarian Environmental Partnership Foundation – Bulgaria; Buy Responsibly Foundation – Poland; European Environmental Bureau – Belgium; FINEP – Forum für internationale entwicklung +planung – Germany; Hungarian Baptist Aid – Hungary; Istituto Marques de Valle Flor – Portugal; Municipality of Bologna – Italy; Oxfam Deutschland – Germany; RCSWSP – Research Centre University of Nicosia – Cyprus; SLOGA – Slovenian Global Action Platform – Slovenia; Südwind – Austria

Abstract
Il progetto europeo elaborato nell’ambito del Programma DEAR della Commissione europea ha l’obiettivo di stimolare i giovani europei a comprendere le complesse relazioni tra cambiamenti climatici e la migrazione delle persone dentro o al di fuori dal proprio paese. Per questo, sono state individuate quattro aree di intervento: ricerca, presa di coscienza, campagna pan-europea e advocacy. L’Università di Bologna al progetto partecipa tramite il coinvolgimento di quattro dipartimenti (Scienze politiche e sociali (DSPS), Scienze e tecnologie agroalimentari (DISTAL), Sociologia e diritto dell’economia (SDE) e Storia culture civiltà (DISCI)) in un’ottica di interdisciplinarietà. L’ambizione è quella di creare un movimento di persone informate pronte non solo a mutare le proprie abitudini a favore di uno stile di vita sostenibile e responsabile ma anche disposto ad attivarsi per chiedere delle politiche di sviluppo per affrontare il riscaldamento globale, riconoscendo quest’ultimo, nella sua complessità, come uno dei motori principali delle migrazioni e dello sfollamento forzato di popolazioni.

Sito web

Torna su